Legenda: per livello "Buttersiologico" s'intende la rilevanza che ha il personaggio di Butters nelle varie puntate, da zero stelle negli episodi in cui non appare, una se è solo una comparsa e così via fino a cinque stelle per le puntate in cui è protagonista.

 

Episodio 8-01 - "Divertirsi con le armi" ("Good Times with Weapons")

Dopo l'episodio 6-02, quello in cui gli facevano una liposuzione, pare che la rete avesse chiesto agli autori di limitare le violenze su Butters... direi che il suggerimento non è stato accolto perchè il trattamento che subisce in questa puntata è allucinante. Tutto ha inizio alla fiera dove Cartman e soci riescono con uno stratagemma a comprare delle vere armi ninja. Dopo essersi pavoneggiati un pò incontrano Butters ma non lo fanno giocare con loro. Come sempre allora, quando viene escluso dagli altri, Butters sfodera la sua identità malvagia e diventa il Professor Chaos. Non l'avesse mai fatto. Lo scontro coi ninja è inevitabile e Chaos, grazie alle sue armi (ed all'imbattibile fantasia di Butters), sembra avere la meglio ma purtroppo per lui non ha fatto i conti con Kenny, che a quanto pare è l'unico a non aver capito come giocare e lancia sul serio una shuriken colpendo in pieno l'occhio sinistro di Chaos. Solo a questo punto i quattro si accorgono che sotto quel costume si nascondeva Butters ed inizia la lunga agonia del nostro eroe. Cartman propone di ucciderlo, Kyle non arriva a quei livelli ma la paura della sicura punizione materna è più forte della pietà per Butters e così decidono di non portarlo all'ospedale bensì dal veterinario, dopo avergli incollato addosso dei peli di cane. Nel viaggio incontrano un'altra banda di ninja e nascondono il "cane" in una vecchia stufa. Durante la leggendaria battaglia di Tokugata, Butters riesce a liberarsi e vaga per la città, venendo sempre scambiato per un vero cane (d'altronde lui fa bau bau). Giunge finalmente all'ospedale ma lo spediscono dal veterinario, lì gli altri cani gli pisciano e sgagazzano addosso e arriva ad un pelo dal beccarsi l'iniezione letale ma scappa. Lo ritroviamo poi sul palco della fiera, assieme al ninja Cartman nudo e il cui potere dell'invisibilità non funziona molto bene. Invece di scandalizzarsi per quel che ha subito Butters gli adulti si focalizzano sull'esposizione delle flaccide nudità di Eric ed è questa la morale finale della puntata: quando c'è di mezzo il sesso per i bacchettoni tutto passa in secondo piano, pure la violenza. Episodio bellissimo, l'uso della grafica giapponese per rendere l'idea di come vedono il mondo i bambini quando giocano, è geniale (stupendo Butters/Chaos con la torta in mano). E la canzone sulle palle dei ninja, cantata da Trey Parker in nippo-inglese, è tra le più ridicole della serie.

Le frasi di Butters: "Invece sarei un ottimo ninja... perchè non mi fanno mai giocare con loro?"

"Vi piacerà avere a che fare con me ninja! ahahaha"

"Il mio nome è Professor Chaos! Semino morte e distruzione, i vostri ridicoli poteri ninja mi fanno il solletico!"

"Il mio mantello è speciale, è in lega di titanio e mi protegge dal calore"

"Ma ragazzi, se mi scambia per un cane con una shuriken piantata nell'occhio quello mi ammazza!"

"bau bau... bau bau"

Voto alla puntata: 9 e 1/2

 

Episodio 8-02 - "FICO-O" ("AWESOM-O")

Un bel giorno suonano alla porta e Butters trova una cassa a lui indirizzata, arriva dal Giappone e contiene nientepopodimeno che un robot! La cosa puzza subito ma non per il nostro ingenuissimo Butters che crede veramente che quel coso, dentro cui è palese c'è Cartman, sia sul serio un automa, anzi un automotrone computerizzato. Non è ben chiaro se sia quello il motivo dello scherzo, fatto sta che Cartman scopre che Butters ha un video che lo riprende mentre balla con Justin Timberlake, vestito da Britney Spears. Deve quindi impossessarsi di quella cassetta ma Butters ormai gli si è affezionato in modo morboso e non lo molla un attimo. Dovrà addirittura accompagnarlo a Los Angeles dalla zia, dove verrà prima ingaggiato da un produttore per scrivere soggetti cinematografici (quasi tutti con Adam Sandler) e poi rapito dai militari che intendono farne uno strumento bellico (con Butters, militari e produttori sono i soli così scemi da crederlo davvero un robot, e non è un caso). Una scorreggia renderà a tutti chiara la natura umana di Fico-o. Di primo acchito sembra che la vittima di questa puntata sia Cartman, ed in effetti ne subisce di tutti i colori: deve eseguire gli ordini di Butters, fare i suoi stupidi giochi, dormirci assieme, portargli i bagagli, cibarsi col dentifricio ed addirittura infilargli le supposte. E nel finale viene pure mostrato a tutti il suo ambiguo video, però il vero sconfitto è ancora una volta Butters, che si era illuso di aver trovato un "vero" amico, e invece...

 

Le frasi di Butters: "Che cosa sarà? Il mio compleanno è l'11 settembre... oh madonnina, non ho mai ricevuto un pacco così, però ho sempre sognato di poterne avere uno"

"Ho una cosa che si chiama colon smerdante e a volte... beh, non controllo il mio culetto. Non lo sa nessuno ma mi faccio cacca addosso, a scuola ho il pannolino"

"Oh ma è semplicissimo, guarda ti faccio vedere. Tiri fuori dalla plastica questa cosina, tieni, poi io mi calo le mutande e poi la infili nel mio ano"

"Lo sai che l'ho fatto soltanto perchè ti voglio bene"

"Io ho mangiato in aereo e lui è un robot, e i robot non mangiano"

"Noooo, vi prego no, non lo uccidete. Lui è il mio migliore amico, l'unico amico che ho al mondo"

 

 

Voto alla puntata: 8

 

 

Episodio 8-03 - "Forza steroidi" ("Up the Down Steroid")

 

Ci sono le Olimpiadi speciali e Jimmy non resiste alla tentazione di usare gli steroidi per vincere. Cartman intanto raggiunge un nuovo livello di dissolutezza, fingendo di essere handicappato per beccarsi il premio finale. Butters non c'è.

Voto alla puntata: 8

 

 

Episodio 8-04 - "La passione dell'ebreo" ("The Passion of the Jew")

Cartman, istigato dalla visione di quella cagata galattica che è The Passion di Mel Gibson (non che prima non fosse razzista), cerca di organizzare un nuovo olocausto. Anche Kyle è stato plagiato dal film e vorrebbe che gli ebrei chiedessero scusa per l'uccisione di Gesù. Stan e Kenny invece han capito che si tratta di una zozzeria e vanno da Gibson per recuperare i soldi del biglietto. Ancora assente Butters.

Voto alla puntata: 7 e 1/2

 

Episodio 8-05 - "Te lo sei preso nel culo" ("You Got Fucked in the Ass")

Mentre si stanno facendo i cavoli loro, Stan e gli altri vengono "sfidati" a ballare da 5 bulletti di Orange County. Non ci capiscono nulla, Chef gli spiega di cosa si tratta e il padre di Stan (che durante la serie diventa sempre più attaccabrighe) insegna al figlio dei penosi rudimenti di ballo che finiranno col metterlo nei guai. Butters compare verso metà puntata quando si viene a sapere del terribile trauma che ha subito in passato, allorchè esibendosi ai campionati nazionali di tip tap perse una scarpa che fece crollare la scenografia, uccidendo 8 (anzi 11) innocenti. Nonostante questo trova la forza di unirsi alla squadra di Stan, composta da un goth, un fanatico di Dance Dance Revolution, una cameriera del Raisins che sa solo dimenare il culo e un'anatra. E' proprio in sostituzione di quest'ultima, infortunata alla caviglia, che Butters fa il suo ingresso trionfale nella sfida finale. Sembra aver superato gli incubi del suo passato ma ecco che gli parte di nuovo la scarpa, colpisce un riflettore e, come due anni prima, ci restano secchi in 5 (anzi 6). Butters ripiomba nel baratro dei sensi di colpa ma gli altri abitanti di SP non sembrano molto colpiti da questa tragedia, anzi lo portano in trionfo ricoperto dal sangue delle vittime. Come al solito Butters perde sempre, anche quando vince.

 

La frase di Butters: "Nooo... ti prego non di nuovo!"

 

Voto alla puntata: 9

 

 

 

Episodio 8-06 - "Gli immigrati dal futuro" ("Goobacks")

Tramite un portale temporale arrivano a SP migliaia di persone dal futuro (ricordano un po' i Jackovasaurus, episodio 3-05), in cerca di un lavoro e di condizioni di vita migliori. Acuta metafora sul tema dell'immigrazione e dei talvolta assurdi metodi per respingerla (incredibile l'ammucchiata gay). Butters si vede in calsse e nella canzoncina finale.

Voto alla puntata: 7 e 1/2

 

Episodio 8-07 - "I Jefferson" ("The Jeffersons")

Deliziosa parodia delle vicende del (ora compianto) Re del Pop e duro attacco agli sbirri americani che cercano di incastrare i ricchi di colore. Butters si vede sul trenino guidato dal signor Jefferson.

Voto alla puntata: 8

 

Episodio 8-08 - "Peretta gigante e panino alla merda" ("Douche and Turd")

Gli animalisti del Peta continuano a fare irruzione a scuola e così la preside decide di cambiare la mascotte che è una mucca. Per protestare contro questa scelta, Kyle propone di votare in modo provocatorio per una Peretta Gigante, Cartman invece vuole un Panino alla Merda e coinvolge in questa battaglia elettorale il suo "amico" Butters. Stan è l'unico a trovare assurda questa votazione ma la sua ostinazione gli costerà l'esilio. Eccezionale la parodia di Puff Daddy che aveva davvero promosso la demente campagna Vote or Die, e a dir poco schifose le abitudini dei Peta, che vivono e si accoppiano con gli animali. Come detto Butters partecipa alla campagna pro-Panino e lo vediamo addirittura gettare collane di fiori vestito da hawaiana. Non deve lamentarsi se poi gli altri gli danno del gay...

La frase di Butters: "Il Panino alla Merda non è soltanto la prima merda che diventa la mascotte di una scuola, ma è anche il primo panino!"

Voto alla puntata: 9

 

Episodio 8-09 - "Arriva il Wall-Mart" ("Something Wall-Mart This Way Comes")

Il bersaglio di questo episodio sono le grandi catene di distribuzione come Wal(l)-mart che, costringendo alla chiusura i piccoli negozianti, finiscono per danneggiare l'economia e rendono i piccoli centri delle città fantasma. Fantastiche le sequenze in cui chi muore (Wall-mart incluso) si sgagazza addosso, proprio come sosteneva Cartman. Butters si vede in una sola scena ma è grandiosa la sua interpretazione dello zombie.

La frase di Butters: "Sto facendo lo zombie, questa è una città fantasma no?"

Voto alla puntata: 8 e 1/2

 

Episodio 8-10 - "Asilo" ("Pre-School")

Trent Boyett, un bullo violentissimo, sta per uscire dal riformatorio e questa notizia sconvolge i quattro amici, questo perchè ai tempi dell'asilo avevano dato fuoco alla maestra Miss Claridge, dando poi la colpa a Trent. Butters è il più terrorizzato perchè anche se non c'entrava nulla aveva visto tutto, e non l'aveva scagionato. Proprio per questa sua codardia Trent lo va a beccare per primo, lui scongiura i genitori di farlo rientrare in casa ma questi al solito non gli credono. Ritroviamo il povero Butters in ospedale conciato malissimo, tra i vari trattamenti subiti ci sono lo strizzatetta di 2° grado e il Polish Bike Ride. Gli altri se la vedranno brutta ma riusciranno a cavarsela rimettendo di nuovo nei guai Trent, ma chissene, se ne riparlerà tra almeno 5 anni... Butters nel flashback all'asilo ha una copertina azzurra proprio come Linus.

Le frasi di Butters: "Madonnina... Trent non... non coinvolgermi, o i miei mi daranno tante mazzate"

"Santa polenta mi ucciderà! Fatemi entrare vi pregooo"

"Oh ciao Trent Boyett, da quanto tempo..."

"Oh santissima polenta!"

Voto alla puntata: 8 e 1/2

 

Episodio 8-11 - "Ricerca di ascolti" ("Quest for Ratings")

Stan, Kyle, Eric, Butters e Jimmy producono un tg scolastico per il progetto audio-visivi. Nonostante l'impegno, il loro programma è surclassato da quello di Craig, che si limita a riprendere degli animali col grandangolo. Decidono allora di cambiare genere e infarciscono lo studio di ragazze pon pon, panda ecc... e soprattutto diffondono notizie inventate. Jimmy vorrebbe mantenere l'integrità della redazione ma in ogni caso il nuovo programma di Craig (che ha messo un cappello agli animali ripresi) continua ad essere il più visto. Dopo essersi sballati con lo sciroppo per la tosse finalmente scoprono che il successo di Craig è dovuto al fatto che mezza scuola era intossicata da quei medicinali e con questo scoop riescono a vincere la gara d'ascolti. Non una delle puntate migliori. Butters è l'inviato a caccia di celebrità ed a differenza degli altri indossa una parrucca durante le riprese. Il suo metodo per farsi venire delle idee consiste nel leggere degli stupidi fumetti e durante lo sballo psichedelico si spoglia completamente.

La frase di Butters: "Sono stato fuori davanti alla scuola per quasi due ore e non sono riuscito a vedere nessun divo. Circa mezz'ora fa pensavo di aver visto Sigourney Weaver, ma voltandomi ho visto che era un cavallo morto"

 

Voto all'episodio: 7

 

Episodio 8-12 - "Il video-set della stupida sgualdrina viziata" ("Stupid Spoiled Whore Video Playset")

Paris Hilton apre un nuovo negozio "Stupid Spoiled Whore" a SP e, per emulazione, tutte le ragazzine si trasformano in puttanelle viziate. Wendy prova a contrastare l'andazzo ma alla fine chi riporterà tutti sulla giusta strada sarà proprio il più depravato di tutti, Mr. Slave. E Butters? Lui è protagonista della vicenda parallela, tutti gli animaletti di Paris infatti continuano ad ammazzarsi per la disperazione, dopo il suicidio dell'ultimo cane, Paris vede Butters e se ne innamora subito. Ha già deciso che lo vestirà con un costume da orso e lo chiamerà Cazzettino ("Mr. Biggles" nell'originale). I genitori di Butters s'incacchiano ma quando capiscono chi è Paris si dimostrano subito più disponibili sino ad accettare di venderle il figlio per 250 milioni di dollari. Butters prova in tutti i modi a farli ragionare ma quell'infamone del padre pensa soprattutto al "resto della famiglia", ed anzi sfotte pure il figlio, dicendogli che può restare a casa a patto che estragga l'equivalente di 250 mln in carbone. L'inguaribile ottimista Butters si mette a scavare ma Paris ha già staccato l'assegno e quindi gli tocca andare con lei, in auto però scopre la fine che han fatto tutti gli altri animaletti della stupida ereditiera e scappa. Con Paris finita nel culo di Slave il sogno di ricchezza degli Stotch svanisce e non gli resta che rifarsi su Butters, che finisce in punizione. Altro episodio micidiale con tante gag da urlo, non solo la vicenda di Butters è tutta uno spasso ma anche la caricatura di Paris (sbronza, snob e sputa-sperma), lo spot dello Stupid Spoiled Whore Video Playset", le ragazze che fanno commenti sessuali su tutti (tranne Cartman) e per chiudere in bellezza Paris che ripercorre il viaggio di Topo Furbo (episodio 6-14). Insomma un'altra puntata epica.

Le frasi di Butters: "Mi dispiace signora, mi piacerebbe essere il suo amichetto, anche se ha il naso un po' grosso..."

"Questa è la cosa più incredibile che abbia mai visto"

"Vi prego non voglio stare con lei! Russa fortissimo, ha un naso enorme e una cosa viscida nelle mutande"

"Sono un orso cattivo, sono un orso molto cattivo..."

Voto alla puntata: 9

 

Episodio 8-13 - "L'incredibile dono di Cartman" ("Cartman's Incredible Gift")

Parodia di parecchi romanzi/film, su tutti La zona morta di S. King, questo episodio prende di mira medium e sensitivi, di cui per davvero talvolta si serve la polizia. Butters ha qualche battuta poco importante e si fa notare soprattutto per l'assurdo consiglio che dà a Kyle. In precedenza pare soddisfatto che Cartman si sia schiantato al suolo. Memorabili gli scontri telecinetici tra Cartman e gli altri sensitivi. Uscendo dalla finzione vien detto che agli spettatori non fregherà nulla della morte dell'autista dello scuolabus, la Crabtree. Effettivamente...

La frase di Butters: "No Kyle, non volare troppo vicino al sole oi ti si bruceranno le ali e ti potresti schiantare nell'oceano "

Voto alla puntata: 8 e 1/2

 

Episodio 8-14 - "Il Natale degli animaletti del bosco" ("Woodland Critter Christmas")

Uno di quegli episodi che ti fan veramente pensare che gli autori di SP siano dei malati di mente, impossibile anche solo immaginare uno speciale di Natale più contorto e splatter di questo. Butters si vede nel finale in classe, quando si capisce che la storia è un parto della mente di Cartman, e si dimostra tra i più ansiosi di sentirne il finale.

Voto alla puntata: 8

 

----

 

SITO NON UFFICIALE

Tutti i marchi appartengono ai loro legittimi proprietari